Esperienze di ottica - Divulgazione scientifica, ottica, biologia e molto altro ancora.....

Fun Science Gallery
Vai ai contenuti

Esperienze di ottica

Con gli articoli che seguono, il Dr. Giovanni Pietro Sini propone una serie di attività sperimentali per la visualizzazione pratica di fenomeni ottici elementari. Esse sono rivolte a curiosi di scienza, studenti ed insegnanti. Verrà data volta per volta qualche indicazione sui principi teorici che servono a spiegare cosa succede all’atto pratico e, subito dopo, verranno indicati i materiali necessari per le realizzazioni proposte e le operazioni di preparazione. Finché è possibile, si farà ricorso a materiali “poveri”, cioè facilmente reperibili e di basso costo. Gli articoli di questa serie, contrassegnati dalla sigla “O” seguita da un numero, sono parti di un unico discorso: se non altro per evitare ripetizioni, ogni testo farà riferimento ai testi precedenti, alle figure ed ai materiali ivi citati. I simboli ed i concetti utilizzati saranno unificati nel miglior modo.

Per informazioni o chiarimenti, puoi rivolgerti all'autore:    
Dr. G. Pietro Sini - Via D'Azeglio, 5  40017 - S. Giovanni in Persiceto (BO)  
Tel. 051 - 68 10 849 (Studio)  - Cell. 339 - 71 54 957 - Tel. 0463 - 90 30 86 (in Estate)

O 1 - La Rifrazione
Dunque, al passaggio fra due mezzi diversi, se il secondo è più “denso”, il raggio cambia direzione e si avvicina alla normale. La fig. 3 mostra una conseguenza pratica del fenomeno: una bacchetta rigida immersa nell’acqua di una vaschetta appare spezzata in corrispondenza della superficie di separazione aria-acqua.

O 2 - I Prismi Ottici
S’intende con “prisma ottico” un blocco di vetro ottico8 limitato normalmente da superfici piane, di forma spesso prismatica. Un fascio di “luce”9 può incidere su una o due delle sue facce ed uno o più fasci possono emergere dalla stessa o da altre facce.

O 3 - Le Lenti Sferiche
Ogni superficie ricurva può alterare lo stato di convergenza o di divergenza di un fascio di luce, e così nascono le immagini.

O 4 - Lo Spettro Ottico
Ecco come c’inganna l’occhio, il quale ci fa vedere bianco, senza colori, un miscuglio dei colori più smaglianti ...

O 5 - Le Aberrazioni delle Lenti
Sono inevitabili, e non si possono correggere mai completamente. Vediamo di capire almeno le principali.

O 6 - Gli Specchi
Per mettere in difficoltà una persona, basta chiederle: «Perché nella tua immagine allo specchio la tua mano sinistra diventa la destra?» Qualche studente di fisica è stato bocciato per non aver saputo rispondere.

O 7 - Le Fibre Ottiche
Il principio su cui si basano è semplice, ma le varianti e le applicazioni sono innumerevoli.

O 8- La Diffrazione
La luce non si propaga secondo linee rette. È una maledetta complicazione.

O 9 - L'Interferenza
A volte, luce + luce = buio. È tutta questione di fase…

O 10 - La Polarizzazione
Anche qui, succedono cose che non si spiegano senza pensare alle onde. E sono onde trasversali. (A lato: lamine di selenite in luce polarizzata).

O 11 - La Fluorescenza
A volte, la luce che incide su un oggetto cambia colore (o lunghezza d’onda). E così saltano fuori i “fotoni”, i “quanti” di luce. (A lato: Superficie interna di una conchiglia di bivalve.)

O 12 - L'Occhio
Non è poi così complicato l’occhio, visto come sistema ottico.

O 13 - L'Arcobaleno Fatto in Casa
Ogni goccia d’acqua può creare un mini-arcobaleno: non si tratta che di luce rimbalzata all’interno delle gocce.

Torna ai contenuti